L’intelligenza emotiva è uno dei concetti chiave per comprendere le skill fondamentali per il successo organizzativo: riconosciuta ed integrata ormai ampiamente dal mondo della psicologia è stata inserita tra le competenze top ten dall’Harvard Business Review.

Da un modello fondamentalmente interessato alla sfera emotiva da un lato ed alle capacità di ragionamento dall’altro, siamo passati ad un altro modello in cui le emozioni sono considerate qualcosa di intrinseco alla nostra natura, ciò che spinge e motiva il nostro comportamento, ciò che ci da informazioni preziose sulla realtà che stiamo vivendo e che poi possiamo processare a livello cognitivo.  Tutto ciò se adeguatamente allenato ci porta a prendere buone decisioni e a raggiungere obiettivi eccellenti che siano sostenibili dal sistema entro il quale operiamo e durevoli nel tempo (pensati anche nell’impatto sul lungo periodo). Per capire come agire più efficacemente dobbiamo capire chi siamo, come ragioniamo, cosa sentiamo, insomma come siamo fatti: in questo ci vengono in aiuto le neuroscienze che sono la solida base su cui poggia l’intelligenza emotiva.

Empowerment personale

… LE EMOZIONI GUIDANO LE PERSONE, LE PERSONE GUIDANO LA PERFORMANCE

Dal world Economic Forum alle aziende: quanto l’allenamento dell’intelligenza emotiva e lo sviluppo delle soft skills impattano sulla performance aziendale? Fatto salve le competenze tecniche il 60,23% *

Competenze Relazionali

IL PIU’ GRANDE SPRECO NEL MONDO E’ LA DIFFERENZA TRA CIO’ CHE SIAMO E CIO’ CHE POTREMMO DIVENTARE

IL PIU’ GRANDE SPRECO NEL MONDO E’ LA DIFFERENZA TRA CIO’ CHE SIAMO E CIO’ CHE POTREMMO DIVENTARE.

Team Building

IL PIU’ GRANDE SPRECO NEL MONDO E’ LA DIFFERENZA TRA CIO’ CHE SIAMO E CIO’ CHE POTREMMO DIVENTARE

Accontentarsi di un approccio o una soluzione “adeguata” diventa il maggiore ostacolo alla ricerca di un’alternativa migliore